Assistenza preadesione (IPA II)

Periodo 2014-2020

Lo strumento di assistenza ai Paesi in preadesione (IPA) è il mezzo con cui l’UE sostiene le riforme nei paesi verso cui si rivolge la “politica di allargamento”. Il sostegno fornito è di tipo finanziario e tecnico, infatti, i fondi IPA servono sostanzialmente al potenziamento delle capacità dei paesi interessati durante tutto il processo di adesione, con conseguenti e progressivi sviluppi positivi per tutta la regione coinvolta. Questo strumento di assistenza serve anche ad aiutare l’UE a raggiungere i propri obiettivi per quanto riguarda una ripresa economica sostenibile, l’approvvigionamento energetico, i trasporti, l’ambiente e il cambiamento climatico, ecc.

IPA II si baserà sui risultati già ottenuti con IPA I e dedicherà un ammontare di risorse pari a 11.700.000.000 € per tutto il periodo 2014-2020. La novità più importante di IPA II è il suo approccio strategico. Saranno i “documenti di strategia nazionale” (Country Strategy Papers) realizzati per ciascun beneficiario, e validi per tutto il periodo di programmazione, a promuovere un maggiore coinvolgimento dei beneficiari stessi attraverso l’integrazione dei contenuti  di questi ultimi nelle proprie agende di riforma e di sviluppo. Un “documento di strategia multi-Paese”, inoltre, affronterà priorità comuni per la cooperazione regionale e la cooperazione territoriale.

IPA II sostiene riforme nell’ambito di settori strettamente legati alla strategia di allargamento: il rafforzamento della democrazia e della governance, la promozione dello stato di diritto, della crescita e della competitività. Nello specifico i settori di intervento di IPA II sono:

  • il sostegno alle riforme della pubblica amministrazione;
  • il rafforzamento dello stato di diritto;
  • lo sviluppo economico, dei trasporti, energetico e ambientale;
  • lo sviluppo sociale, delle risorse umane e la promozione dell’inclusione;
  • lo sviluppo agricolo e rurale

Come partecipare

Possono partecipare al programma e richiedere finanziamenti le organizzazioni internazionali; gli enti e le istituzioni pubbliche; le organizzazioni internazionali e regionali; gli organismi non governativi dei seguenti paesi: Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Islanda, Kosovo , Montenegro, Serbia e Turchia.

La Commissione Europea invita i possibili interessati a partecipare tramite call for proposals (inviti a presentare proposte) o tramite call for tenders (bandi di gara per lavori, servizi e forniture). Per informazioni sulle call for proposals o call for tenders aperte controllare in modo regolare il sito dedicato della Commissione Europea. Per essere sempre aggiornati sui bandi di gara europei si può consultare il sito web dell’Ufficio di Cooperazione della Commissione Europea, dove è a disposizione un motore di ricerca dedicato esclusivamente a tali informazioni. I bandi sono divisi tra le diverse aree geografiche in cui opera l’UE ma anche tra programmi e settori d’azione.

Riferimenti

IPA sul sito della Commissione Europea

Related Post