Europa Creativa

Periodo 2014-2020

“Europa creativa” è il nuovo programma quadro per il sostegno ai settori della cultura e dei media, nell’ambito del quadro finanziario pluriennale 2014-2020. Il suo obiettivo è di raggruppare gli attuali programmi Cultura, MEDIA e MEDIA Mundus in un quadro comune e istituire uno strumento del tutto nuovo inteso a migliorare l’accesso al credito.
Focalizzandosi specificatamente sulle esigenze dei settori culturali e creativi, il programma integra altri programmi dell’Unione europea (UE), quali il sostegno dei fondi strutturali agli investimenti nei settori culturali e creativi, il restauro del patrimonio, le infrastrutture e i servizi culturali, i fondi per la digitalizzazione del patrimonio culturale e gli strumenti nel campo dell’allargamento e delle relazioni esterne. Tali attività favoriscono una decisiva inclusione sociale. Pertanto, tale programma intende contribuire sia a una strutturazione e promozione del settore, sostenendo i settori prioritari  per generare un reale ed incisivo impatto in tutta Europa, sia ad una promozione e scambio di idee a livello transnazionale.
Il programma “Europa Creativa” (2014-2020) ha una disponibilità finanziaria totale di 14.6 miliardi di euro ( 9% in più rispetto ai programmi precedenti) così distribuiti:

  1. Strand “Cultura”, a cui viene destinato il 31% dei fondi;
  2. Strand “Media”, a cui viene destinato il 56% dei fondi;
  3. Strand “trasversale”, a cui viene destinato il 13% dei fondi.

Il programma si propone i seguenti obiettivi:

  • Promuovere e favorire iniziative nel settore culturale, attraverso la formazione e creazione di figure artistiche e professionali nel campo artistico, culturale e creativo; favorendo e promuovendo la traduzione letteraria, la creazione di piattaforme, del contatto in rete e della cooperazione transnazionale.
  • Promuovere e sostenere iniziative nel settore audiovisivo, attraverso lo sviluppo di film, giochi e programmi televisivi europei; attraverso la distribuzione e diffusione di film, festival e reti di cinema europei;
  • Promuovere uno strand trasversale, che comprende un Fondo di Garanzia e favorisce la cooperazione politica transnazionale.

“Europa Creativa” si articola in due Strand o sottoprammi (Strand: “Cultura” per il settore culturale e Strand: “Media per il settore audiovisivo) e di uno Strand trasversale volto a valorizzare i risultati dei progetti selezionati e ad incrementare l’impatto e l’efficacia del Programma.

Come partecipare

Possono partecipare le organizzazioni attive nei settori culturali e creativi, come definiti all’articolo 2 del regolamento n 1295/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il programma Europa creativa ( 2014-2020). Reti che coprono settori e / o attività esclusivamente audiovisivi già coperti dal sottoprogramma MEDIA, non sono ammissibili al finanziamento nell’ambito del sottoprogramma CULTURA. Tuttavia, le reti costituite principalmente da settori non audiovisive che includono membri del settore audiovisivo sono ammissibili.
Oltre ai 28 Stati Membri dell’Unione Europea, possono presentare domanda, i Paesi in via di sviluppo nonché i Paesi dell’EFTA. Possono, in ultimo, presentare domanda:

  1. La Confederazione svizzera, sulla base di un accordo bilaterale da concludere con tale paese;
  2. Paesi interessati dalla politica europea di vicinato secondo le modalità definite con questi paesi.

In ogni call for proposals ed ogni call for tenders i criteri di eleggibilità vengono specificati, a seconda della gara alla quale si intende partecipare.

Riferimenti

Agenzia Esecutiva per l’Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura (EACEA)

Related Post